26 Settembre 2020

CORSI e RICORSI

14-01-2019 12:39 - generico maschile
Il giorno 13 Gennaio di ben 110 anni fa, sulla Piazza D’Armi di Venaria Reale, decollava il primo aeroplano di costruzione italiana.
In quell'occasione il triplano coprì in volo la distanza di circa 60 mt a 5 mt di altezza da terra, sicuramente un risultato eclatante per l’epoca, di molto superiore alla nostra striminzita vittoria contro Sagrantino A, ma dopo quel piccolo volo per l’aviazione iniziò una grande epopea e chissà se anche per noi sarà la stessa cosa.
L’inizio è più promettente del volo perché partiamo bene con il piglio giusto in entrambe le parti del campo, continuiamo a volare senza spiccare decisamente, ma ci teniamo in rotta di volo costante, verso la fine invece ci viene a mancare un po’ di carburante, le correnti ascensionali ci fanno mancare il loro supporto e il vento inizia a spirare al contrario.
La paura di non farcela ci attanaglia, vediamo la pista d’atterraggio, ma ci mancano le luci guida, fatichiamo il velivolo barcolla ma non molla, riusciamo a far toccare le ruote a terra con un po’ d’ansia, e facciamo esplodere, il meritato, applauso di fine gara.
Potevamo fare meglio, potevamo avere un Final approach: "avvicinamento finale" più sicuro, siamo stati bravi a non dover richiedere il “Mayday”, a superare Air pocket: "Sacca d'aria" temporanea, ma ora dobbiamo chiedere a tutti, una clearance (autorizzazione) per continuare a volare così insieme.

1,2,3 ……. STELLA

A.DIL VENARIA – SAGRANTINO A 48 – 46 ( 19-8 6-11 16-13 7-14)

A.DIL VENARIA Fassone2,Subbiani2,Bruscaini5, Rossin13, Cunuglio,D’Oria2,Maffiodo9,Serlenga2,
Scarano 11, Francesia, Cassotti, Innocente 2. All. Paolo Aralla



Fonte: Dirigenza volante

Realizzazione siti web www.sitoper.it