21 Settembre 2020

Play-off amaro per la serie B

11-04-2014 08:27 - Serie B Femminile
A un soffio dalla bella, ma prevale Pianezza in una serie equilibrata: 52-55

Abbiamo perso. Oppure, se non abbiamo già perso, stiamo perdendo e dobbiamo fermarci un attimo, fare un esame di coscienza, per recuperare. Non mi riferisco a nulla che sia successo direttamente sul rettangolo di gioco del palazzetto di Venaria, ma nelle sue vicinanze sì. Dobbiamo capire che quello che è successo è grave, molto più grave di qualunque sconfitta sportiva possa aver colpito la nostra società. Succede che - lo riferisco perché l´ho visto con i miei occhi e sentito con le mie orecchie - ad un certo punto della partita gli arbitri, le giocatrici, i ragazzi/e sulle gradinate, pur facendo finta (o non riuscendo a far finta) di nulla, erano comunque immersi in un ambiente saturo di un´esasperata, ostile animosità; esposti ben al di là di ogni ragione e soglia di tollerabilità a una salva d´insulti della più banale e incresciosa specie. Diretti a chi, a cosa? L´unico vero bersaglio di tutti quegli insulsi improperi è, purtroppo, l´unica vera ricchezza della nostra società: la credibilità di persone che lavorano e credono nello sport come genuino e civile confronto sportivo basato sul rispetto delle regole. Prenderemo una multa (sicuramente la meritiamo), ma il danno non è certo la multa: è la notifica che non siamo stati all´altezza di quei valori in cui crediamo, è la perdita (certo momentanea e parziale) di un pezzo della nostra credibilità. Perdita di credibilità momentanea e parziale, ma che se diventa la norma...Se a una multa segue un´altra multa, a una notifica un´altra notifica... Ripeto: fermiamoci un attimo a considerare queste cose e cerchiamo di agire di conseguenza. Il fatto che le "nostre" ragazze appartengano a una società che fa di questa credibilità, rispettabilità, passione sportiva, la propria principale ragione di esistenza, pone tutti quelli che ne vivono le imprese da vicino e con partecipazione in una condizione di responsabilità. Cerchiamo (sono sicuro che ci riusciremo) di recuperare, di esserne all´altezza.

Ed ora spazio alla cronaca strettamente sportiva, certamente più gratificante. Pianezza, con le gemelle Scrignar a menare la danza (qualitativa e realizzativa) e sempre ben sostenute da un buon dinamismo delle sue giocatrici tra le quali si segnala per generosità la play Paparella, riesce a conquistare un vantaggio che viene però mantenuto sotto la doppia cifra e continuamente minacciato dalle ragazze venariesi, ben disposte in campo dai coach Ferrauto e Springolo, per le prime due frazioni. Quando poi si prova ad alzare l´intensità (e ognuna delle due squadre ha risorse al proprio arco) per fare il break, la partita, invece di decollare da una parte o dall´altra, si spezzetta e (ma com´è normale in una partita di basket) s´incattivisce. Mentre le gemelle Scrignar alzano i ritmi delle pianezzesi, sul fronte venariese, in questo clima da battaglia, vengono sbagliate alcune soluzioni abbastanza agevoli e anche il tiro da fuori non ha molta fortuna, ma la play Frigerio fa valere qualità tecniche e schemi offensivi che facilitano la sua penetrazione per tenere a galla le azzurre di Venaria. Gli ultimi minuti sono da cardiopalmo e Venaria si mette nella condizione, con una difesa davvero encomiabile per intensità, di impattare la gara con due tentativi da tre a tre secondi e sulla sirena finale, ma in un caso il passaggio che avrebbe portato ad un tiro aperto viene murato fuori e, sulla successiva rimessa, il tiro, ben contrastato, finisce corto a lambire il ferro. Peccato per il risultato, perché le ragazze venariesi avrebbero forse meritato di andare alla bella grazie una prestazione complessiva se non su livelli di eccellenza, di grande tenuta e maturità mentale e di gioco. Bisogna forse accontentarsi, riconoscendo i propri limiti, e davvero sottolineare che nelle due partite con Pianezza (che, ricordiamo, ha concluso il girone della prima fase della serie B da quarta) il Basket Venaria non ha fatto certo la parte della Cenerentola giocandosi sostanzialmente alla pari i due match contro le avversarie che dopo lo sfortunato spareggio con Pasta, sono tornate nuovamente al completo.

A. Dil. Basket Venaria - Basket Club Pianezza: 52-55





Fonte: Società

Realizzazione siti web www.sitoper.it